About

read in English

logo_artboard-2

Ho un ricordo di me bambino mentre mi aggiro fra i vasetti colorati nel laboratorio di mia madre.

Agito pennelli impregnati di colore sopra ad una vasca che odora di mare. Infine appaiono galleggianti bolle di colore. Usando un bastoncino trasformo quei cerchietti in disegni strani ed inaspettati e poi, guidato dai sui gesti esperti, trasferisco quei colori sulla carta mentre ella mi racconta di come i nostri fossero gesti antichi e di come ogni foglio fosse sorprendentemente unico ed inimitabile.

Oggi quella collezione di carte pregiate, le sue ovviamente, mi rivela ancora i suoi segreti, le linee danzano ai miei occhi e solleticano la mia fantasia. Esse diventano materia plasmabile nello spazio digitale. Uno spazio dove il passato e il presente si ricongiungono in un discorso di continuità ed evoluzione.

Ho cercato un materiale innovativo su cui stampare il mio lavoro ed ho scoperto nelle resine poliuretaniche un mezzo eccellente per valorizzare le immagini.